Nuova Nissan Qashqai, più grande e più dinamica di prima

Bissare un grande successo non è cosa facile ma l’obiettivo imposto da Carlos Ghosn, CEO di Nissan-Renault era netto: la seconda serie di Nissan Qashqai deve mantenere la leadership del segmento crossover ereditato dalla prima serie.
Per centrare l’obiettivo gli ingegneri Nissan hanno lavorato duro, il risultato è una macchina più grande della precedente ma con uno spirito nettamente più dinamico, mentre è stata data grande importanza alla qualità percepita e alle dotazioni, soprattutto in chiave sicurezza.

nissan qashqai 1

Al primo impatto colpisce la muscolosità della nuova carrozzeria: le nervature sul cofano e sulle fiancate la rendono aggressiva nel frontale e sinuosa sui fianchi che scivolano verso la coda dominata dallo spoiler sul lunotto e dai grandi fari.
Abbiamo provato la versione 1.6 dCi 130cv 4×4 360, dotata del motore diesel da 1598 centimetri cubi capace di erogare 360 Nm/min di coppia massima a 1750 giri/minuto e 96Kw di potenza a 4.000 giri/minuto, l’unico disponibile nella versione a quattro ruote motrice e con l’eventuale cambio automatico (optional).
L’allestimento 360 punta sulla dotazione hi tech: luci diurne a LED, clima automatico bi-zona, bluetooth, cruise control, Nissan Connect con schermo 7″ HD, assistente di corsia (avverte il cambio di corsia involontario), radio digitale, iKey (sistema di apertura porte e avvio motore senza chiave), indicatori di pressione pneumatici, Around View Monitor (4 telecamere, 1 per ogni lato per avere il perimetro dell’auto sott’occhio durante le manovre) coadiuvato dai sensori di parcheggio anteriori e posteriori.

Salendo a bordo si nota il maggiore spazio disponibile grazie alle dimensioni dell’auto cresciute di quasi 5 centimetri in lunghezza e 2 in larghezza, il bagagliaio contiene 430 litri in versione standard e 1533 litri con i sedili posteriori reclinati, è inoltre disponibili il piano rigido per nascondere la parte inferiore del vano.
La plancia della nuova Qashqai è piacevole e ben organizzata, al centro della quale troneggia il display a 7″ touchscreen che raccoglie le funzioni della radio, del navigatore, del telefono (con relative applicazioni per i Sociale e per Google) e della telecamera, spettacolare la funzione di visuale a 360° con effetto vista dall’alto.
Piccolo neo i pulsanti del alzavetri e della chiusura centralizzata non illuminati che di notte risultano poco distinguibili.

nissan qashqai 3

Il cruscotto ospita di indicatori analogici del contachilometri e del contagiri, con al centro il display multifunzione (regolabile dai comandi sul volante) per info su: velocità, consumi, controllo vettura, impostazioni delle funzioni disponibili, utilizzo della trazione integrale e navigazione.
Il volante, rivestito in pelle come il pomello del cambio, è ampiamente regolabile e consente di trovare sempre una posizione di guida ottimale.
Come detto l’abitacolo è più ampio delle versione precedente e ospita comodamente 5 passeggeri, scompare invece la versione a 7 posti ora appannaggio della sorella maggiore X-Trail.

Come va su strada la Qashqai?
E’ piacevole da guidare, la posizione di guida alta permette di avere sempre tutto sotto controllo anche nel traffico cittadino, dove gli ingombri sono facilmente intuibili e in caso di ostacoli troppo vicini l’ Around View Monitor  li segnala li mostra sul display.
Utilizzando lo sterzo a gestione elettronica in modalità comfort assicura manovre facili e guida rilassata.
In città abbiamo rilevato consumi pari a 6,7 l/100km, più che onesti per una vettura di più di 1.500 kg di massa.

In extraurbano e nel misto stretto ci si può divertire usando lo sterzo in modalità sport, più reattivo e veloce nella risposta grazie anche ai cerchi da 18″ con pneumatici 215/55, il sistema anti-sbandamento (ESP) e il ripartitore di frenata (EBD) vigilano sulla stabilità della vettura e intervengono se necessario.
I consumi fuori città si attestano sui 5,4 l/100km

In autostrada la Qashqai è silenziosa e confortevole, il motore garantisce sempre lo spunto per affrontare sorpassi veloci mentre l’assistente di corsia avverte nel caso di superamento involontario della corsia di marcia (senza aver attivato l’indicatore di direzione).
Il cambio a 6 marce è preciso negli innesti e morbido nel movimento, a velocità da Codice e in sesta marcia i consumi sono nell’ordine dei 4,9 l/100km.

E fuori strada?
La Qashqai è un crossover senza velleità off road ma se la cava bene su percorsi sterrati e salite mediamente ripide e sconnesse, la gestione del 4×4 è demandata totalmente alla vettura, in condizioni normali è al 100% sull’avantreno con trasferimento progressivo di coppia al retrotreno in caso di necessità.
Premendo l’apposito pulsante alla sinistra del volante (un po’ nascosto in verità) si simula il bloccaggio del differenziale ripartendo la trazione sui due assali esattamente al 50%.
In queste condizioni la Qashqai sale senza problemi, grazie anche alla coppia disponibile, mentre sulle discese più ripide avremmo preferito il sistema di controllo elettronico (Hill Descent System) non disponibile su Qashqai.

20150501_174634

In definitiva, possiamo dire che la nuova Qashqai ha tutti i numeri per centrare l’obiettivo posto da Carlos Ghosn, a proposito di numeri, il prezzo di partenza per la versione provata è di
€ 31.600,00
comprensivo di tetto panoramico in cristallo e barre al tetto.

Ti è piaciuta la nuova Qashqai?
Clicca qui, configura il modello che preferisci e chiedici un preventivo!